Calcio Catania, l'intervento di Bianco: "Comune scelga soggetto affidabile"

2022-09-17 13:52:43 By : Mr. karl zhang

L'ex sindaco Enzo Bianco si augura che le scelte che verranno effettuate possano essere quelle giuste. E lo fa in una nota.

La campagna elettorale passa anche dal rettangolo di gioco. E dalla fede calcistica nonché dalla speranza che il Calcio Catania ormai fallito possa rinascere dalle proprie ceneri. Proprio come la città etnea.

Sarà per questo, o forse per fede calcistica, che l’ex sindaco Enzo Bianco si augura che le scelte che verranno effettuate possano essere quelle giuste. E lo fa in una nota.

“La scelta della Società o del Gruppo a cui affidare il Calcio Catania è una scelta decisiva per il futuro di questo sport a Catania. Il legame tra la società calcistica e i cittadini è profondo e insostituibile. La scelta da parte del Comune deve assolutamente essere presa su parametri obiettivi: la migliore offerta in termini di affidabilità, impegno, serietà, risorse investite, credibilità. Con l’ambizione di riportare presto la Squadra e la Città ai livelli che le competono. Qualsiasi altro criterio di scelta, ad ogni livello, che comporterebbe un possibile difforme atteggiamento rispetto a questi criteri, sarebbe inaccettabile. Vigileremo tutti con la massima attenzione e con rigore perché sia scelto il progetto migliore, secondo parametri obiettivi e credibili. E siamo pronti ad ogni azione qualora ciò questo non avvenisse. Catania merita un futuro migliore anche nel Calcio”.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento.

Il Consiglio dei ministri avrà modo di nominare un commissario ad acta in quei Comuni che non realizzeranno impianti per smaltimento dei rifiuti.

In particolare, secondo i dai diffusi dall'Istituto superiore di sanità, il 40% dei casi della porzione indicata è segnalato nella fascia 12-19 anni.

L'incubo incendi continua a martoriare la Sicilia. Stavolta le fiamme hanno aggredito due punti differenti in provincia di Ragusa.

"Oggi rischiamo davvero di non avere più i lavoratori agganciati agli ammortizzatori sociali, quando possibilmente si stanno ancora, ad esempio, riqualificando le strutture", sottolinea Mazzeo

Il QdS ha intervistato il coordinatore per la Sicilia Occidentale di Fratelli d’Italia. E sulla corsa alla Regione: “Schifani smorzerà asperità all’interno del cdx”

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania Iscrizione al R.O.C. n. 6590

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875

SERVIZIO ABBONAMENTI: servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it Tel. 095/372217 DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale: direzionevendite@quotidianodisicilia.it Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147 AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI amministrazione@quotidianodisicilia.it PEC: ediservicesrl@legalmail.it Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Raffaella Tregua (vicedirettore) vicedirettore@quotidianodisicilia.it Dario Raffaele (redattore) draffaele@quotidianodisicilia.it Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore) clazzaro@quotidianodisicilia.it Patrizia Penna (redattore) ppenna@quotidianodisicilia.it Antonio Leo (redattore) aleo@quotidianodisicilia.it